Bitcoin Mining: Cos’è e come minare bitcoin

Prima di addentrarci nel Bitcoin Mining è doveroso fare una piccola introduzione su cos’è il bitcoin.

Cos’è il Bitcoin

Il bitcoin è una valuta virtuale, una cryptovaluta, divenuta ormai famosa in tutto il mondo. La sua comparsa risale al 2009 e si stima sia stata creata da uno sviluppatore anonimo sotto lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.

L’idea alla base del bitcoin era quella di creare una valuta indipendente, che fosse autonoma e non controllata da un’autorità centrale come le banche o addirittura lo Stato, ma che permettesse allo stesso tempo di effettuare transazioni tracciabili e soprattutto pubbliche, per diminuire il rischio di illegalità.

I Bitcoin possono essere comprati su siti appositi, attraverso lo scambio con altri utenti, oppure farmati, come si dice in gergo. Questo significa che possono essere prodotti attraverso operazioni specifiche, ottenendone una porzione in cambio.

Tra i vantaggi del bitcoin c’è quello di poterlo conservare su un hardware esterno, un modo ingegnoso per proteggere la valuta dal rischio di essere rubato, cosa frequente online, ma non priva di rischi.

Difatti se si perdono le credenziali di accesso, non sarà più possibile recuperarle perdendo definitivamente i bitcoin accumulati.

Cosa vuol dire minare un Bitcoin

Minare Bitcoin, o guadagnare bitcoin, è quindi possibile in diverse maniere, la più remunerativa è certamente quella legata al bitcoin mining. Questo significa mettere a disposizione il proprio computer per eseguire calcoli complessi per la conferma delle transazioni, creando in questa maniera i Bitcoin.

Tali operazioni vengono eseguite rispettando alcuni criteri fondamentali, che di fatto evitano il verificarsi di azioni criminali.

L’attività di mining è libera ed aperta a tutti, anche se con il miglioramento della tecnologia, solamente chi è in possesso di hardware sofisticati adatti per il calcolo e la creazione di Bitcoin è in grado di partecipare.

La decriptazione dell’algortimo che regola la creazione dei Bitcoin, necessita di una gran quantità di potenza per il calcolo elettronico, cosa purtroppo impensabile per i normali computer di casa, che fonderebbero nel giro di poco tempo.

Inoltre il calcolo è talmente complesso e difficile che per i contraffattori non sarebbe vantaggioso duplicarli. Per questo ogni Bitcoin non può essere duplicato. Rimane però effettivo il rischio di perderli o venirne derubati, essendo le transazioni svolte online.

Cos’è e come funziona il bitcoin mining

Il mining quindi non è altro che la generazione di nuovi Bitcoin, che avviene tramite l’utilizzo di una tecnica informatica chiata brute force. Infatti i miners, attraverso l’utilizzo dei loro dispositivi eseguono calcoli piuttosto complessi per decriptare l’algoritmo SHA-256, su cui si basa la criptovaluta.

Come detto poco fa, tali operazioni richiedono una potenza di calcolo elevata, questo significa maggior consumo di energia e il rischio reale di fondere il proprio computer in poco tempo, oltre a generare elevati dispendi di energia con costi superiori ai guadagni.

A tale scopo sono stati creati dei computer appositi, in grado di effettuare queste operazioni con meno potenza. Tali dispositivi prendono il nome di ASIC Bitcoin (Application-Specific-Integrated-Circuit). L’unico inconveniente è che spesso non sono costruiti nel migliore dei modi, e tendono a calare di prestazioni nel tempo.

Invece in alternativa ci si può orientare per dispositivi simili ma in formato ridotto, per capirci delle dimensioni di una pendrieve, chiamati sempre ASIC e che posseggono al loro interno un circuito in grado di effettuare specifiche operazioni molto velocemente, quindi ideale per chi è alle prime armi, e soprattutto molto più economici.

È possibile minare Bitcoin gratis?

Molti siti internet dedicati al mining offrono servizi gratuiti per compiere le operazioni necessarie. Questo significa che per utilizzarli non bisogna pagare nessun abbonamento, e offrono una potenza di calcolo che si aggira intorno ai 20Gh/s.

Certamente tutto questo potrebbe essere allettante, ma bisogna considerare che per operare in maniera adeguata è necessario munirsi di appositi hardware dotati di una GPU in grado di effettuare calcoli complessi. Senza scordare poi il tempo speso nell’attesa che le operazioni di mining terminino, e il costo della corrente elettrica.

Detto ciò un altro modo per guadagnare Bitcoin gratuitamente è quella di utilizzare dei faucet, cioè dei siti che erogano minime quantità di criptovaluta (all’incirca un centesimo di euro al giorno) risolvendo dei semplici captcha oppure partecipando a delle vere e proprie lotterie, in cui si possono ricevere dai 0,00000226 BTC ai 0,22585089 BTC.

Altri siti prevedono invece le affiliazioni, da cui è possibile ricavare giornalmente piccoli guadagni in Bitcoin. Con questo metodo è possibile ricevere percentuali ogni qual volta una nuova persona si iscrive al sito tramite il nostro link di riferimento.

Per quanto questi metodi siano molto allettanti e divertenti, guadagnare Bitcoin gratuitamente è sconsigliato, sia per le ragioni sopra citate, sia perché i guadagni ricavati sono davvero esigui.
Meglio quindi affidarsi ad altre metodologie, leggermente più dispendiose ma con margini di profitto nettamente superiori.

Cosa sono i cloud mining Bitcoin

Oltre al tradizionale modo di minare Bitcoin, cioè attraverso l’utilizzo di macchinari specifici e costosi, o l’utilizzo di siti internet gratuiti, è possibile avvalersi di un metodo più economico e conveniente, soprattutto in fatto di dispendio di energia elettrica, tempo e profitti.

Stiamo parlando del Cloud Mining. In pratica è un tipo di mining che si effettua online, tramite il noleggio di un server dedicato, messo a disposizione da società esterne. Queste prevedono contratti di varia durata e velocità per l’utilizzo dei loro macchinari.

Il noleggio di tali macchine può essere pagato in diverse maniere, tra cui i BTC stessi, pagando una quota fissa mensile. L’accesso al cloud permetterà inoltre di minare anche altre criptovalute, raddoppiando in questo caso i propri guadagni.

Ogni qualvolta il cloud decripterà un blocco, riceveremo la corrispettiva ricompensa.
Esistono molti siti per iniziare a minare i Bitcoin tramite cloud, ovviamente bisogna prestare molta attenzione e capirne l’affidabilità, evitando in questa maniera ulteriori casi di scam (truffe ai danni degli investitori).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *